IL PROGETTO PER REALIZZARE
FABLAB NELLE SCUOLE DEL
NORD-EST

Gli studenti del “Giorgi” a “Job & Orienta” per mostrare di cosa sono capaci

27 Novembre 2014 | fablab | stampa 3D | IPSIA Giorgi | Verona | Job Orienta | IPSIA Giorgi - ITIS Marconi - Verona | Veneto |

I ragazzi dell’IPSIA “Giorgi” e dell 'ITIS "Marconi" di Verona sono usciti per un giorno dalle aule del loro istituto e giovedì 20 novembre hanno partecipato alla XXIV edizione di "Job & Orienta", che quest’anno si è tenuta proprio nella città scaligera.

"Job & Orienta" è la fiera che da anni mette in contatto gli studenti, e i giovani in generale, con le opportunità offerte dal mondo del lavoro e dell’alta formazione professionale e accademica. I numeri di quest’ultima edizione sono stati molto positivi: con oltre 65.000 visitatori e più di 150 eventi culturali organizzati, la mostra-convegno si è confermata la realtà più vivace nel panorama nazionale, per quanto riguarda i temi dell’orientamento e della formazione.Il tema di quest’anno è stato “Imparare lavorando” un segnale della crescente attenzione posta alla necessità di mettere in pratica quello che si impara sui banchi di scuola, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie e del making , che si adattano in maniera versatile agli svariati campi della formazione professionale. Un’occasione imperdibile per gli studenti del “Giorgi” impegnati nel progetto “Fablab a scuola”. I ragazzi coinvolti nel progetto hanno partecipato a Job Orienta entusiasti di poter mostrare le loro capacità e soprattutto quello che sono riusciti a creare: “Giorgia”. Si tratta della stampante 3D che gli studenti dell’IPSIA, con la guida del professore di Tecnologia Agazio Geracitano, hanno creato durante il corso dell’anno scolastico e che ora è pronta per diventare il fulcro del fablab del loro istituto.

Grazie a “Giorgia” gli studenti sono riusciti a stampare dei gadget che hanno poi regalato ai visitatori del loro stand, mostrando loro le meraviglie della stampa 3D e le loro abilità. I gadget sono stati prodotti al momento, interamente durante la manifestazione, presso lo stand della scuola, dando ai visitatori l’opportunità di seguire tutte le fasi della produzione, fino alla stampa. Si è trattato di un’opportunità importante per i ragazzi che hanno potuto mostrare, con orgoglio, il frutto del loro lavoro e dei loro studi. L’entusiasmo di certo non è mancato e gli studenti sono stati felici di avere un’occasione per mettersi alla prova ma soprattutto per dimostrare che hanno il potenziale adeguato per attrarre gli investimenti di chi vorrà aiutarli nella ricerca dei fondi necessari.

La loro presenza in questa edizione di "Job & Orienta", dedicata proprio alle tematiche del making, è una delle prove del nuovo corso che ha intrapreso la formazione professionale che, grazie ad iniziative come “Fablab a scuola”, sta abbandonando sempre più in fretta, anche nell’immaginario collettivo, i vecchi stereotipi legati a macchinari pesanti e spesso obsoleti. La formazione incontra oggi le opportunità offerte dalle tecnologie più all’avanguardia che pongono come unico limite alla possibilità di sperimentare e creare l’immaginazione e la creatività di questi ragazzi che, con il loro entusiasmo, saranno sicuramente pieni di idee sorprendenti da trasformare in realtà grazie al loro fablab.



CONDIVIDI

FORSE PUÒ INTERESSARTI ANCHE

AIUTACI
A COSTRUIRE I FABLAB

SOSTIENI LE SCUOLE!