IL PROGETTO PER REALIZZARE
FABLAB NELLE SCUOLE DEL
NORD-EST

Centro Moda Canossa alla Maker Faire Rome

ottobre 2014 | fablab | Trento | Centro Moda Canossa - Trento | stampa 3D | Maker Faire Rome | fashion | Trentino Alto Adige |

Alla Maker Faire ci siamo arrivati quasi per caso. Fino ad un anno fa qui a scuola avevamo avuto solo qualche piccola sperimentazione con Arduino per fare delle borsette in grado di accendere una luce interna in caso ci sia troppo buio per trovare le chiavi. La stampa 3D nel nostro settore, quello dell'abbigliamento, sembrava una cosa solo di qualche stilista strampalato e visionario. Qualcosa lontano dal mondo della moda, figuriamoci dal mondo delle scuole di moda. Poi l'incontro con la Fondazione Nord Est e il progetto Fablab a scuola... d'improvviso ci siamo trovati ad aprire menti e percorsi, fino a portare il nostro capo stampato in 3D (vedi foto in allegato) a Roma e ora a Bruxelles. Ma più importante di quello che abbiamo portato è quello che ci siamo portati via da Roma.

Abbiamo visto migliaia di studenti stare in un posto tutti insieme ed essere coinvolti, sperimentare, sorridere, cercare e tanto altro. Un clima veramente mai visto, una serenità e una voglia di fare che di questi tempi si vede veramente di rado. Una boccata di ossigeno, controvento.

Siamo arrivati con la nostra classe più tecnica e ben formata, siamo arrivati con tutto lo staff tecnico che ha avuto il coraggio di sperimentare questa nuova sfida fianco a fianco ai ragazzi. Noi docenti non ne sappiamo più di loro su stampa 3D, laser cutter e body scanner, ma ci siamo detti: "impariamo insieme". Qualcuno di noi era spaventato prima di arrivare a Roma. Poi, mentre visitavamo i vari stand, tutto sembrava sempre più chiaro, la sperimentazione davanti a noi era incredibilmente affascinante e in particolare sui materiali (stereo fatti in cemento, borsette in legno, tessuti in carbonio, accessori moda tagliati al laser o stampati in 3D ecc.). Un mondo nuovo da creare ma soprattutto una nuova sfida: la tecnica ormai ti permette tutto (o quasi); è come una bacchetta magica, spetta a noi e ai nostri studenti fare qualcosa di veramente nuovo e utile.

Ora siamo decisi: l'anno prossimo apriremo un percorso precisamente dedicato al digital manifacturing declinato nel mondo del fashion e dell'artigianato creativo. Tra poco vi mostreremo i primi prodotti dei nostri piccoli fashion makers.


Michele Bommassar



CONDIVIDI

FORSE PUÒ INTERESSARTI ANCHE

AIUTACI
A COSTRUIRE I FABLAB

SOSTIENI LE SCUOLE!