IL PROGETTO PER REALIZZARE
FABLAB NELLE SCUOLE DEL
NORD-EST
NOTIZIE

AIUTO

Hai dubbi, curiosità o domande tecniche sul progetto Fablab a scuola?
Consulta le "Domande frequenti" che trovi qui sotto, oppure inviaci una mail a info@fablabascuola.it.

Domande frequenti:

Fablab a scuola è un progetto promosso da Fondazione Nord Est che mira alla costruzione di fablab nelle scuole del Nord Est italiano. L’obiettivo è far sì che questi nuovi laboratori di prototipazione dialoghino con tutto il territorio, coinvolgento le famiglie, le imprese, gli artigiani. Ognuno potrà contribuire sia manifestando il proprio interesse a diventare parte attiva del progetto, che finanziando i fablab tramite crowdfunding. Fablab a scuola reso possibile grazie a partner quali UniCredit, Roland e DWS Systems; il sofware e il crowdfunding sono a cura di GINGER.

Per maggiori informazioni su Fablab a scuola leggi qui.


Un fablab è un laboratorio di prototipazione in cui le nuove tecnologie (in primis la stampante 3D) si uniscono agli strumenti tradizionali per innovare i metodi di produzione. Inserire un fablab in una scuola vuol dire permettere agli studenti di mettere in pratica ciò che si studia, entrare in contatto con gli strumenti della nuova rivoluzione industriale e utilizzarli da subito in collaborazione con le imprese. Per saperne di più leggi qui.


Il crowdfunding, come ci suggerisce l’etimologia della parola, deriva da “crowd” (folla) e “funding” (finanziamento), letteralmente, quindi, è il finanziamento da parte della folla. Che cosa significa? Molto semplicemente: un progetto è portato alla sua realizzazione grazie al coinvolgimento del pubblico, che si identifica nei sui intenti. Tra i maggiori campi di applicazione del crowdfunding vi è quello legato a cause comuni, per cui conseguenze positive non si limitano all’individuo, quanto piuttosto a una società che condivide cultura e valori. Per progetti con un forte impatto sociale, l’utilizzo del crowdfunding estende il fundraising, lo rende minimalista e testimonia il coinvolgimento, anche finanziario, dell’opinione pubblica; questo coinvolgimento diretto contribuisce ad aumentarne il valore simbolico e culturale. Sai che anche la Statua della Libertà è stata finanziata con il crowdfunding? Beh, non si chiamava proprio così ma il principio era già quello: oltre 120mila sottoscrizioni per sostenere un progetto comune (nel 1884!). La nostra intenzione è proprio questa: coinvolgere tutti gli attori del Nord Est per far diventare la scuola la fucina dell’innovazione futura.


Queste le scuole coinvolte al momento:

ITIS Rossi - Vicenza

ITIS Marconi - Padova

ITIS Ferraris e IPSIA Giorgi + Fondazione ITS "Last" (logistica) - Verona

IPSIA Galilei Castelfranco - Castelfranco (TV)

ISISS Cerletti + Fondazione ITS Agroalimentare-Vitivinicolo - Conegliano (TV)

ITIS Segato - Belluno

ITIS Malignani e Liceo Artistico Sello - Udine

Centro Formazione Professionale "Centro Moda Canossa" - Trento

Fondazione Nord Est nasce nel 1999 su iniziativa delle Confindustrie e delle Camere di Commercio di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige con lo scopo di fare emergere a partire dal Nord Est progetti e proposte nell’ambito di uno scenario di analisi globale. Obiettivi della Fondazione sono: proporre soluzioni concrete ai problemi dell’area (viabilità, logistica, reti telematiche, finanza, formazione, ricerca e sviluppo, innovazione, mass media); porsi come interlocutore dell’Unione Europea per le politiche regionali, fornire strumenti di analisi, comprensione e informazione su temi politici, economici e sociali, con particolare attenzione allo scenario internazionale e agli effetti sull’ambiente produttivo; valorizzare le risorse intellettuali presenti nell’area.

Alla luce delle recenti trasformazioni del contesto nazionale e internazionale, la Fondazione Nord Est ritiene indispensabile contribuire alla trasformazione concreta del territorio e del contesto economico e sociale per ricreare e aggiornare gli elementi di competitività e attrazione dello stesso. Per questo, accanto all’attività di ricerca e analisi, si sono recentemente affiancate iniziative volte a promuovere la crescita culturale e manageriale delle imprese e della classe imprenditoriale e a sviluppare percorsi di creazione di capitale umano di eccellenza.


GINGER è una start up specializzata in progetti di crowdfunding territoriale. GINGER persegue, tra gli altri, scopi di promozione e realizzazione di progetti creativi degli associati e di terzi, e offre servizi volti alla realizzazione dei medesimi, alla diffusione della cultura del micro finanziamento individuale e del rinnovamento culturale e sociale, anche attraverso il sito di crowdfunding raggiungibile all’URL: http://www.ideaginger.it GINGER è titolare di questo sito e lo gestisce, se vuoi contattarli scrivi a: ginger@ideaginger.it


Il sito nasce per raccogliere fondi e per offrire più informazioni possibili sul progetto Fablab a scuola. In quasi tutte le pagine del sito visualizzi l’apposito spazio per manifestare la tua intenzione a contribuire al progetto. Nella pagina NOTIZIE trovi articoli, immagini e video che testimoniano passo passo l’avanzamento del progetto e le attività delle scuole coinvolte.


Per realizzare un fablab con dotazioni minime sono necessari circa 10.000-15.000 euro; fulcro di ogni laboratorio sarà la stampante 3D ma ogni scuola acquisterà macchinari specifici affini all’orientamento didattico e alle imprese del territorio con cui gli istituti collaboreranno.


Donando sul sito oppure manifestando il tuo interesse a far parte dei gruppi di lavoro dislocati nelle scuole coinvolte. Se sei un’azienda o un ente puoi sponsorizzare il progetto con un contributo più sostanzioso. Per maggiori informazioni scrivi a: info@fablabascuola.it Ovviamente, un buon aiuto è anche semplicemente: parlarne!


Attraverso il sito si può donare con carta di credito, PayPal o facendo un bonifico a favore di Fablab a scuola su c/c intestato a Fondazione Nord Est. Per sostenere il progetto ti verranno chiesti nome, cognome e la tua mail per poterti dare conferma dell’avvenuta donazione.


Tutti! Privati, enti, associazioni, società e così via. Il sistema di pagamento mantiene traccia di tutti le donazioni avvenute in un apposito database.

Il denaro, raccolto tramite la piattaforma gestita da GINGER, viene versato direttamente sul conto corrente bancario di Fablab a scuola. Sarai tu a scegliere la scuola in cui intendi finanziare la costruzione del fablab; ogni istituto avrà infatti una pagina personalizzata in cui verrà descritto il progetto con relativo budget e ricompense. Se deciderai di donare tramite bonifico bancario ricordati di indicare nella causale il nome della scuola scelta, la tua donazione verrà così indirizzata all’istituto che intendi aiutare.


Le ricompense sono oggetti e servizi simbolici che testimonieranno la tua partecipazione attiva a Fablab a scuola; ricompense speciali saranno legate a eventi e iniziative che promuoveranno il progetto. Le ricompense potranno variare nel tempo e saranno diverse da scuola a scuola.


I sostenitori vengono inseriti nella pagina dedicata, con i nominativi da loro indicati, a testimonianza del loro contributo! Chi desiderasse non comparire può selezionare, al momento della donazione, la scelta di rimanere anonimo.


Come indicato nelle Condizioni Generali, i contributi sono versati direttamente sul conto corrente di Fablab a scuola. Il sito gestito da GINGER fa solo da tramite ma non gestisce in alcuna fase il denaro raccolto.


No. Ma ne puoi farne altre!

No, le donazioni non sono rimborsabili poiché gli importi donati sono subito impegnati nell’operazione di costruzione dei fablab, questo permetterà alle scuole di avere i macchinari il prima possibile e iniziare la formazione degli studenti.


No, GINGER non trattiene alcuna percentuale sulle donazioni. Il sistema di pagamento per carte di credito o Paypal trattiene una percentuale che può variare fino a un massimo del 4,5% dell’importo donato.


Sì, se paghi tramite Paypal o carta di credito il sistema di pagamento può trattenere fino a un massimo del 4,5% dell’importo donato.


AIUTACI
A COSTRUIRE I FABLAB

SOSTIENI LE SCUOLE!